Industria 4.0

VUOI OTTENERE L’IPERAMMORTAMENTO
DEI BENI INDUSTRIA 4.0?

Di cosa si tratta?

L’Industria 4.0 è il termine identificato per rappresentare la quarta rivoluzione industriale, ovvero quella che porterà gradualmente ad avere una produzione automatizzata e con macchine interconnesse tra loro. Per promuovere questo processo, le aziende che acquistano dei beni aventi caratteristiche tali da permettere di essere interconnessi al sistema di fabbrica, possono godere di un beneficio fiscale sotto forma di supervalutazione del bene acquistato, ovvero un Iperammortamento al 250%.

Cosa finanzia?

I beni materiali, dispositivi e tecnologie, nuovi, in acquisto o leasing, classificati nello specifico “Allegato A” del Piano Nazionale Industria 4.0, qualora vengano interconnessi ai sistemi di fabbrica. Può trattarsi anche di beni realizzati in economia ed anche di beni usati quando il valore del revamping è superiore al valore di acquisto del bene usato.
L’agevolazione consiste in una supervalutazione del bene acquistato, ovvero un Iperammortamento al 250% che tradotto in risparmio e come avere un contributo del 36% del valore del bene.
È previsto in abbinamento per l’acquisto o leasing di beni strumentali immateriali (Software e sistemi IT) un Superammortamento al 140%.

Quali sono i requisiti obbligatori?

I 5 requisiti obbligatori dei beni ammissibili:

  • Controllo per mezzo di CNC (Computer Numerical Control) e/o PLC (Programmable Logic Controller);
  • interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o part program;
  • integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica o con la rete di fornitura e/o con altre macchine del ciclo produttivo;
  • interfaccia tra uomo e macchina semplici e intuitive;
  • rispondenza ai più recenti parametri di sicurezza, salute e igiene del lavoro.

Le macchine devono inoltre avere almeno 2 delle seguenti caratteristiche:

  • sistemi di telemanutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto;
  • monitoraggio continuo delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo mediante opportuni set di sensori e adattività alle derive di processo;
  • caratteristiche di integrazione tra macchina fisica e/o impianto con la modellizzazione e/o la simulazione del proprio comportamento nello svolgimento del processo (sistema cyberfisico)

Cosa è necessario fare per ottenere l’Iperammortamento?

Si tratta di un’agevolazione automatica, ovvero non è necessaria l’approvazione di alcun Ente o Commissione, ed è valida fino al 31 Dicembre 2019 se sono rispettati i seguenti requisiti:

  • Aver confermato l’ordine di acquisto del bene entro il 31 Dicembre 2018;
  • Aver pagato un acconto di almeno il 20% del suo valore;
  • Richiedere l’elaborazione di una Perizia Giurata qualora il singolo bene abbia un valore superiore a 500.000 €;
  • Produrre un’autocertificazione sostitutiva alla Perizia per i beni di valore inferiore a 500.000 €.

Tuttavia, trattandosi di una agevolazione di tipo automatico, quindi soggetta a verifiche a campione, occorre prestare particolare attenzione nel supportare e dimostrare l’effettiva congruità del bene e l’interconnessione dello stesso con il sistema informativo di fabbrica.
Per questo motivo è fortemente consigliato anche per i beni di importo inferiore a 500.000 € di affidarsi ad un professionista che predisponga la Relazione tecnica e la Perizia Asseverata.

In cosa possiamo esserti utile?

Ci occupiamo di tutti gli aspetti necessari sia tecnici che economici:

  • Analisi approfondita dei beni per validarne l’ammissibilità;
  • Verifica di cumulabilità con altri incentivi per massimizzare il risultato agevolativo;
  • Raccolta e collazione della documentazione;
  • Elaborazione della Relazione tecnica che descriva l’interconnessione ed il rispetto dei requisiti obbligatori;
  • Perizia asseverata per attestazione di coerenza con la normativa;

Richiesta Consulenza Tecnica

Desidero essere contattato per approfondire questo argomento.

Ho letto ed accetto la privacy