INTERNAZIONALIZZAZIONE PLUS

INTERNAZIONALIZZAZIONE PLUS

Incentivi internazionalizzazione veneto

BENEFICIARI

Tipologia

PMI iscritte e attive al Registro delle Imprese da almeno 24 mesi.

Settori esclusi: codice ATECO 2007 primario di cui alle sezioni A (Agricoltura, Silvicoltura e Pesca), L (Attività immobiliari) e K (Attività finanziarie ed assicurative).

Ubicazione geografica

Imprese con almeno una sede operativa in Lombardia.

PROGETTI AMMISSIBILI

Attività agevolabili

Programmi integrati di sviluppo internazionale per la promozione dell’export in Paesi esteri attraverso lo sviluppo e il consolidamento della presenza e della capacità d’azione delle PMI con investimento minimo pari a € 40.000.

Spese ammissibili

 

Sono ammissibili le seguenti spese:

a) Partecipazione a fiere internazionali in Italia e all’estero e ad eventi a queste collegati (ad es. workshop, eventi B2b, seminari, ecc.). Sono altresì ammissibili spese per la partecipazione a fiere virtuali e per l’utilizzo di piattaforme di matching/agendamento di incontri collegati alle fiere.

b) Istituzione temporanea all’estero (per un periodo di massimo 6 mesi) di showroom/spazi espositivi per la promozione dei prodotti/brand sui mercati esteri. Sono altresì ammissibili spese per vetrine/esposizioni virtuali.

c) Azioni di comunicazione ed advertising per la promozione di prodotti o brand su mercati esteri.

d) Spese relative allo sviluppo e/o adeguamento di siti web o l’accesso a piattaforme cross border (B2B/B2C) per consolidare la propria posizione sui mercati esteri anche finalizzati alla vendita on line di prodotti o servizi.

e) Consulenze in relazione al Progetto e al programma di internazionalizzazione.

f) Spese per il conseguimento (no consulenze) di certificazioni estere per prodotti da promuovere nei paesi target (incluse le certificazioni per l’ottenimento dello status di Operatore Economico Autorizzato e delle altre figure di esportatore autorizzato previste dagli accordi di libero scambio siglati dalla UE con Paesi terzi).

g) Commissioni per eventuali garanzie fidejussorie di cui alla D.G.R n. 675/2018.

h) Spese per il personale dipendente (in Italia e all’estero) impiegato nel Progetto di internazionalizzazione calcolate in maniera forfettaria nella misura del 20% sul totale delle spese dalla lettera a) alla lettera g).

i) Spese generali forfettarie nella misura del 7% sul totale delle spese dalla lettera a) alla lettera h).

Per le spese di personale e le spese generali si fa ricorso alle opzioni di semplificazione dei costi di cui al Reg. (UE) 1303/2013 e Reg. (UE) 1046/18.

AGEVOLAZIONE

Forma tecnica e Intensità

L’agevolazione sarà concessa fino al 100% delle spese ammissibili di cui l’80% sotto forma di finanziamento agevolato ed il restante 20% sotto forma di contributo a fondo perduto. Il tasso nominale annuo di interesse applicato al Finanziamento è fisso ed è pari allo 0%.

L’agevolazione minima richiedibile è pari a € 40.000 L’agevolazione massima richiedibile è pari a € 500.000.

Durata

La durata del finanziamento è compresa tra i 3 e i 6 anni, con un periodo di preammortamento massimo pari a 24 mesi.

Termine massimo di realizzazione degli interventi: fino a 15 mesi dalla data di concessione (salvo proroga).

Il termine ultimo per la realizzazione delle attività, il sostenimento delle spese e la rendicontazione da parte del beneficiario è il 31 marzo 2023.

OPERATIVITÀ

Scadenze

In attesa di apertura dello sportello.

Durata stimata dell’istruttoria

Il procedimento istruttorio si concluderà entro 90 gg dalla data di presentazione della domanda

Criteri di selezione / elementi premianti

Le domande verranno selezionate sulla base dei seguenti criteri:

1) Qualità dell’operazione [max 70 punti]: – qualità progettuale e congruità dei costi e dei tempi di realizzazione; – qualità dell’analisi di contesto e strategica, in relazione a settore di attività e mercato di destinazione;

2) Capacità del proponente [max 30 punti]:

– analisi economica e finanziaria (metodologia credit scoring ai sensi della DGR n. 675 del 24/10/2018).

Sono previste le seguenti premialità di punteggio pari a:

  •  5 punti per le imprese che non abbiano già sviluppato un fatturato verso l’estero;
  •  2 punti per presenza di certificazioni ambientali.

L’esito istruttorio positivo prevedrà il raggiungimento di almeno 60 punti comprensivi dei punteggi di premialità.

COSA FACCIAMO PER IL CLIENTE

 

  • Analisi dei progetti, raccolta documentazione e rielaborazione dati
  • Predisposizione della domanda
  • Rendicontazione delle attività effettivamente svolte

PER MAGGIORI INFORMAZIONI





Ho letto ed accetto la privacy

Maggiori informazioni

Stampa