AGEVOLAZIONI PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE

AGEVOLAZIONI PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE

BENEFICIARI

Tipologia

Aziende di ogni dimensione che intendano investire sui mercati Esteri UE ed extra UE o partecipare a fiere internazionali sul territorio italiano.

Ubicazione geografica

Territorio Nazionale Italiano

PROGETTI AMMISSIBILI

Le linee di finanziamento messe a disposizione da SIMEST sono 7:

  • Patrimonializzazione: Il finanziamento, riservato a PMI e Mid Cap in forma di società di capitali che abbiano fatturato all’estero, in alternativa, almeno il 20% del fatturato complessivo realizzato nell’ultimo biennio o il 35% nell’esercizio precedente a quello di presentazione della domanda, è previsto per un massimo di € 800.000,00 e comunque non potrà superare il 40% del patrimonio netto. Il contributo a fondo perduto è escluso per questa linea di finanziamento;

 

  • Partecipazione a Fiere Internazionali, Mostre e Missioni di Sistema: riguarda le spese sostenute per la partecipazione a fiere, mostre, missioni imprenditoriali e di sistema, anche virtuali, per la promozione dell’attività sui mercati esteri (compresi gli eventi internazionali che hanno luogo in Italia): in particolare sono ammissibili le spese sostenute per l’area espositiva e relativo allestimento, il personale, la logistica, le attività promozionali e le consulenze. Il finanziamento copre il 100% delle spese con il limite massimo di € 150.000,00. Il contributo a fondo perduto è pari al 25% del finanziamento fino al 31 dicembre 2021. Successivamente sarà pari al 10% per iniziative con specifiche finalità o in settori o aree geografiche ritenuti prioritari;

 

  • Inserimento Mercati Esteri: Il finanziamento copre il 100% delle spese con il limite massimo di € 4.000.000 e minimo di € 50.000. L’importo del finanziamento agevolato non potrà superare il 25% dei ricavi medi dell’impresa. Il contributo a fondo perduto è pari al 25% del finanziamento fino al 31 dicembre 2021. Successivamente sarà pari al 10% per iniziative con specifiche finalità o in settori o aree geografiche ritenuti prioritari. Il finanziamento è destinato alla realizzazione di strutture commerciali per promuovere beni e/o servizi prodotti in Italia o, comunque, distribuiti con marchio italiano. Ogni domanda deve individuare un solo Paese dove realizzare la struttura stabile e massimo due Paesi target per lo sviluppo nella stessa area geografica, in cui sostenere unicamente spese per attività promozionali e relativi viaggi.

 

  • Temporary Export Manager: Il finanziamento copre fino al 100% delle spese sostenute per l’inserimento temporaneo in azienda di figure professionali specializzate (TEM), finalizzato alla realizzazione di progetti di internazionalizzazione, con il limite massimo di € 150.000,00 e il limite minimo di € 25.000,00. Il contributo a fondo perduto è pari al 25% del finanziamento fino al 31 dicembre 2021. Successivamente sarà pari al 10% per iniziative con specifiche finalità o in settori o aree geografiche ritenuti prioritari.

 

  • E-Commerce: Il finanziamento copre fino al 100% delle spese sostenute per lo sviluppo di soluzioni di e-commerce in Paesi esteri, attraverso una piattaforma informatica sviluppata in proprio o tramite soggetti terzi (market place), per la distribuzione di beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano. Il limite massimo è di € 450.000,00 per la realizzazione di una piattaforma propria e di € 300.000,00 per l’utilizzo di un market place fornito da soggetti terzi e il limite minimo di € 25.000,00 in entrambi i casi. Il contributo a fondo perduto è pari al 25% del finanziamento fino al 31 dicembre 2021. Successivamente sarà pari al 10% per iniziative con specifiche finalità o in settori o aree geografiche ritenuti prioritari. Ogni domanda può riguardare un solo Paese.

 

  • Studi di Fattibilità: Il finanziamento copre il 100% delle spese sostenute per la verifica preventiva della fattibilità di un investimento commerciale o produttivo all’estero, con il limite di € 350.000,00 per studi finalizzati a un investimento produttivo e di € 200.000,00 per studi finalizzati a un investimento commerciale. Il contributo a fondo perduto è pari al 25% del finanziamento fino al 31 dicembre 2021. Successivamente sarà pari al 10% per iniziative con specifiche finalità o in settori o aree geografiche ritenuti prioritari. Le spese finanziabili riguardano i viaggi, i soggiorni e le indennità di trasferta del personale interno, o esterno incaricato con apposito contratto, adibito allo studio, oltre a una quota della retribuzione del personale interno per un importo massimo pari al 15% del totale delle spese.

 

  • Programmi di Assistenza Tecnica: il finanziamento copre il 100% delle spese sostenute per due tipologie di interventi: “assistenza tecnica per la formazione”, che riguarda la formazione tecnica del personale in loco successivamente alla realizzazione di un investimento, con riferimento alle retribuzioni del personale interno per il tempo dedicato al programma di assistenza tecnica e di viaggi, soggiorni e indennità di trasferta del personale interno ed esterno; “assistenza tecnica post vendita”, che riguarda le iniziative relative all’assistenza post vendita previste nel contratto di fornitura, per un importo pari al 5% del valore della fornitura. Il limite massimo è di € 300.000,00 per l’assistenza tecnica destinata alla formazione e di € 100.000,00 per l’assistenza tecnica post vendita. Il contributo a fondo perduto è pari al 25% del finanziamento fino al 31 dicembre 2021. Successivamente sarà pari al 10% per iniziative con specifiche finalità o in settori o aree geografiche ritenuti prioritari.

Con il PNRR sono state aggiunte tre linee di finanziamento ad hoc per lo sportello del 28 ottobre 2021, limitate esclusivamente alle PMI e sulle quali ogni impresa potrà presentare una sola domanda:

  • E-Commerce: misura destinata alla realizzazione di un progetto di investimento digitale per la creazione o miglioramento di una piattaforma e-commerce di proprietà (dedicata) o l’accesso ad una piattaforma di terzi (market place) per la commercializzazione di beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano. Rispetto alla misura ordinaria, quella prevista per l’attuazione del PNRR finanzia progetti che non riguardano necessariamente un solo Paese. L’importo minimo è 10.000 €,  il limite massimo finanziabile è:
    • Per una piattaforma propria: fino a € 300.000 e comunque non superiore al 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dall’impresa
    • Per una piattaforma di terzi: fino a € 200.000 e comunque non superiore al 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dall’impresa
  • Partecipazione a Fiere Internazionali, Mostre e Missioni di Sistema: il suo obiettivo è sostenere la partecipazione a un singolo evento di carattere internazionale, anche virtuale tra: fiera, mostra, missione imprenditoriale e missione di sistema, per promuovere l’attività d’impresa sui mercati esteri o in Italia, attraverso l’erogazione di un finanziamento destinato per almeno il 30% a spese digitali connesse al progetto. Tale vincolo non si applica nel caso in cui l’evento internazionale riguardi tematiche ecologiche o digitali. Importo massimo finanziabile: fino a € 150.000, ma comunque non superiore al 15% dei ricavi risultanti dall’ultimo bilancio approvato e depositato dall’impresa.
  • Transizione Digitale ed Ecologica delle PMI con vocazione internazionale: Il suo obiettivo è sostenere gli investimenti volti a favorire la Transizione Digitale (almeno il 50% del totale del finanziamento) ed Ecologica delle PMI in Italia e promuoverne la competitività sui mercati esteri. Per poter accedere alla misura il fatturato estero risultante dai righi V31 e V34 della dichiarazione IVA deve essere pari ad almeno il 20% del fatturato aziendale medio degli ultimi due anni o almeno il 10% del fatturato aziendale dell’ultimo bilancio depositato. Le spese per la transizione digitale (ottica 4.0) ed ecologica (efficientamento energetico ed economia circolare) possono essere sostenute in Italia, le spese per l’internazionalizzazione comprendono sostanzialmente tutte le spese previste dalle linee di finanziamento tradizionali di SIMEST. Importo massimo finanziabile: fino a € 300.000, ma comunque non superiore al 25% dei ricavi medi risultati dagli ultimi due bilanci approvati e depositati dall’impresa. Dal 3 maggio le richieste di finanziamento per la Transizione Digitale ed Ecologica possono arrivare fino a 1 milione di euro, e possono accedere anche le Mid Cap.

AGEVOLAZIONE

Forma tecnica e Intensità

Finanziamento agevolato e contributo a fondo perduto: il finanziamento agevolato è riconosciuto fino al 100% delle spese ammissibili, il contributo a fondo perduto fino al 25% delle spese ammissibili fino al 31 dicembre 2021, in seguito fino al 10%. Fino al 31 dicembre 2021 l’agevolazione viene concessa senza necessità di fornire garanzie. Per le misure espressamente dedicate all’attuazione del PNRR il contributo a fondo perduto può arrivare al 40% per le imprese delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Durata

Varia a seconda dell’agevolazione richiesta.

OPERATIVITÀ

Scadenze

Per le linee di agevolazione finanziate dal PNRR i fondi si sono esauriti il 3 maggio 2022.

 

COSA FACCIAMO PER IL CLIENTE

  • Valutazione dei requisiti di ammissibilità
  • Identificazione della cumulabilità delle medesime spese con altri strumenti di agevolazione pubblica
  • Progettazione e presentazione della domanda di agevolazione pubblica
  • Rendicontazione delle attività effettivamente svolte

PER MAGGIORI INFORMAZIONI





Ho letto ed accetto la privacy

Maggiori informazioni

Stampa