SOSTEGNO ALLE IMPRESE DEL TESSILE E DELLA MODA

SOSTEGNO ALLE PICCOLE IMPRESE DEL TESSILE, DELLA MODA E DEGLI ACCESSORI

S

BENEFICIARI

Tipologia

Imprese di piccola dimensione, non quotate e che non hanno rilevato l’attività di un’altra impresa e non sono state costituite a seguito di fusione e che non hanno ancora distribuito utili, comprese le imprese che sono entrate in difficoltà nel periodo dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2021.

I codici ATECO ammessi all’agevolazione sono i seguenti:

Preparazione e filatura di fibre tessili 13.10.00
Tessitura 13.20.00
Finissaggio dei tessili, degli articoli di vestiario e attività similari 13.30.00
Fabbricazione di tessuti a maglia 13.91.00
Confezionamento di biancheria da letto, da tavola e per l’arredamento 13.92.10
Fabbricazione di articoli in materie tessili nca 13.92.20
Fabbricazione di tappeti e moquette 13.93.00
Fabbricazione di spago, corde, funi e reti 13.94.00
Fabbricazione di tessuti non tessuti e di articoli in tali materie (esclusi gli articoli di abbigliamento) 13.95.00
Fabbricazione di nastri, etichette e passamanerie di fibre tessili 13.96.10
Fabbricazione di altri articoli tessili tecnici ed industriali 13.96.20
Fabbricazione di ricami 13.99.10
Fabbricazione di tulle, pizzi e merletti 13.99.20
Fabbricazione di feltro e articoli tessili diversi 13.99.90
Confezione di abbigliamento in pelle e similpelle 14.11.00
Confezione di camici, divise ed altri indumenti da lavoro 14.12.00
Confezione in serie di abbigliamento esterno 14.13.10
Sartoria e confezione su misura di abbigliamento esterno 14.13.20
Confezione di camicie, T-shirt, corsetteria e altra biancheria intima 14.14.00
Confezioni varie e accessori per l’abbigliamento 14.19.00
Fabbricazione di calzature realizzate in materiale tessile senza suole applicate 14.19.21
Confezioni di abbigliamento sportivo o di altri indumenti particolari 14.19.29
Confezione di articoli in pelliccia 14.20.00
Fabbricazione di articoli di calzetteria in maglia 14.31.00
Fabbricazione di pullover, cardigan ed altri articoli simili a maglia 14.39.00
Preparazione e concia del cuoio e pelle; preparazione e tintura di pellicce 15.11.00
Fabbricazione di frustini e scudisci per equitazione 15.12.01
Fabbricazione di altri articoli da viaggio, borse e simili, pelletteria e selleria 15.12.09
Fabbricazione di calzature 15.20.10
Fabbricazione di parti in cuoio per calzature 15.20.20
Fabbricazione di parti in legno per calzature 16.29.11
Fabbricazione di manici di ombrelli, bastoni e simili 16.29.12
Fabbricazione di prodotti per toletta: profumi, cosmetici, saponi e simili 20.42.00
Fabbricazione di prodotti ausiliari per le industrie tessili e del cuoio 20.59.60
Fabbricazione di oggetti di gioielleria ed oreficeria in metalli preziosi o rivestiti di metalli preziosi 32.12.10
Fabbricazione di cinturini metallici per orologi (esclusi quelli in metalli preziosi) 32.13.01
Fabbricazione di bigiotteria e articoli simili nca 32.13.09
Fabbricazione di armature per occhiali di qualsiasi tipo; montatura in serie di occhiali comuni 32.50.50
Fabbricazione di ombrelli, bottoni, chiusure lampo, parrucche e affini 32.99.20

Ubicazione geografica

Aziende costituite secondo le norme di diritto civile e commerciale vigenti nello Stato di residenza e iscritte nel relativo registro delle imprese che abbiano, al momento dell’erogazione del contributo, una sede operativa nel territorio nazionale italiano.

PROGETTI AMMISSIBILI

Attività agevolabili

Sono ammissibili all’agevolazione:

  1. progetti finalizzati alla realizzazione di nuovi elementi di design;
  2. progetti finalizzati all’introduzione nell’impresa di innovazioni di processo produttivo;
  3. progetti finalizzati alla realizzazione e all’utilizzo di tessuti innovativi;
  4. progetti ispirati ai principi dell’economia circolare finalizzati al riciclo di materiali usati o all’utilizzo di tessuti derivanti da fonti rinnovabili;
  5. progetti finalizzati all’introduzione nell’impresa di innovazioni digitali.

I progetti per essere agevolabili devono inoltre essere realizzati presso la sede operativa ubicata in Italia, come indicata nella domanda di agevolazione.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti spese:

  1. acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica, comprese le relative spese di installazione;
  2. brevetti, programmi informatici e licenze software;
  3. formazione del personale inerente agli aspetti su cui è incentrato il progetto a fronte del quale è richiesta l’agevolazione. La formazione deve essere acquisita da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente e alle normali condizioni di mercato, in misura non superiore al 10% dell’importo del progetto.

Inoltre, è ammissibile un importo relativo alle esigenze di capitale circolante, nel limite del 20% delle spese di cui sopra. Le esigenze di capitale circolante devono essere giustificate nella proposta progettuale e possono essere utilizzate ai fini del pagamento delle seguenti voci di spesa:

  1. materie prime, ivi compresi i beni acquistati soggetti ad ulteriori processi di trasformazione, sussidiarie, materiali di consumo e merci;
  2. servizi necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa;
  3. godimento di beni di terzi;
  4. personale direttamente impiegato nella realizzazione dei progetti di investimento.

Le spese devono essere sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda.

Limiti o Spese NON ammissibili
  • a) relative a beni usati e a mezzi targati;
  • b) relative ad opere edili di qualsiasi tipo;
  • c) inerenti a beni la cui installazione e il cui utilizzo non è previsto presso la sede operativa prevista per la realizzazione del progetto;
  • d) sostenute attraverso il sistema della locazione finanziaria;
  • e) ascrivibili a titoli di spesa il cui importo sia inferiore a euro 500,00 al netto di IVA;
  • f) relative a imposte e tasse. L’imposta sul valore aggiunto è ammissibile all’agevolazione solo se la stessa rappresenta per il beneficiario un costo effettivo non recuperabile.

AGEVOLAZIONE

Forma tecnica e Intensità

Contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese considerate ammissibili, complessivamente non inferiori a euro 50.000,00 e non superiori a euro 200.000,00.

Durata

I progetti devono essere avviati successivamente alla data di presentazione della domanda di agevolazione ed essere ultimati entro 18 mesi dalla data del provvedimento di concessione delle agevolazioni.

OPERATIVITÀ

Scadenze

L’agevolazione è in fase di attuazione

Durata stimata dell’istruttoria

Entro 90 giorni dalla presentazione della domanda. Le agevolazioni sono erogate dal Ministero in non più di due quote, pari al 50% delle agevolazioni concesse, a seguito della presentazione di apposite richieste da parte delle imprese beneficiarie, in relazione a spese effettivamente sostenute per la realizzazione del progetto. L’erogazione del saldo può essere richiesta dall’impresa beneficiaria entro 90 giorni dalla data di ultimazione del progetto. Il Ministero provvede entro 60 giorni.

Criteri di selezione / elementi premianti

In ordine cronologico fino a esaurimento fondi. I progetti devono raggiungere un punteggio minimo con riferimento ai seguenti criteri:

  • a) adeguatezza delle competenze tecniche, organizzative e gestionali dell’impresa proponente: punteggio da 0 a 25;
  • b) chiarezza della proposta progettuale: punteggio da 0 a 15;
  • c) qualità dell’idea progettuale: punteggio da 0 a 20;
  • d) incidenza, alla data di presentazione della domanda di agevolazione, di giovani di età non superiore a 35 anni sull’organico aziendale, ivi compresi gli eventuali soci della società: punteggio da 0 a 20;
  • e) sostenibilità economica-finanziaria del progetto: punteggio da 0 a 20.

COSA FACCIAMO PER IL CLIENTE

  • Identificazione delle spese ammissibili
  • Identificazione della cumulabilità delle medesime spese con altri strumenti di agevolazione pubblica
  • Progettazione e presentazione della domanda di agevolazione pubblica
  • Rendicontazione delle attività effettivamente svolte

PER MAGGIORI INFORMAZIONI





Ho letto ed accetto la privacy

Maggiori informazioni

Stampa