Sostegno di iniziative di sviluppo di adeguate capacità manageriali delle PMI del Friuli Venezia Giulia

 Sostegno di iniziative di sviluppo di adeguate capacità manageriali delle PMI del Friuli Venezia Giulia

BENEFICIARI

Tipologia

Le PMI  che alla data di presentazione della domanda possiedono i seguenti requisiti:
a) essere iscritte al Registro delle imprese16;
b) essere attive;
c) avere sede 17 nel territorio regionale;
d) non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali, salvo il caso del concordato preventivo con continuità aziendale.

Ubicazione geografica

Friuli Venezia Giulia

PROGETTI AMMISSIBILI

Attività agevolabili

Acquisizione di servizi di temporary management o l’assunzione di personale manageriale altamente qualificato, dirette al perseguimento di almeno una delle seguenti finalità:

a) trasformazione tecnologica e digitale;
b) ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi in relazione all’ottimizzazione dell’introduzione di nuove tecnologie;
c) sviluppo di strategie di servitizzazione;
d) accesso ai mercati finanziari e dei capitali;
e) successione nella gestione dell’impresa;
f) fusione societaria;
g) introduzione di forme di responsabilità sociale d’impresa tra cui nuove forme di governance inclusive dei lavoratori o nuove forme organizzative;
h) applicazione delle modalità produttive dell’economia circolare.

Ogni impresa può presentare una sola domanda con riferimento a una sola linea di intervento.

Spese ammissibili

Spese le spese per l’acquisizione di servizi di consulenza manageriale o le spese a carico dell’impresa relative al compenso lordo spettante al personale manageriale per le prestazioni rese in forza di contratto stipulato successivamente alla presentazione della domanda. Nel caso in cui l’impresa svolga attività economica sia in sedi situate sul territorio regionale sia in altre sedi, l’incentivo è parametrato alla quota del valore della produzione riferito al territorio regionale rispetto al valore totale della produzione dell’impresa come risultante dalla dichiarazione dell’IRAP.

I servizi forniti dal temporary manager non devono avere natura continuativa o periodica, né consistere in ordinari costi di gestione dell’impresa connessi ad attività regolari quali la consulenza fiscale, la consulenza legale e la pubblicità e possono essere forniti:

a) da imprese e da professionisti, la cui attività, così come classificata in base ai codici ISTAT ATECO risultanti dalla visura camerale o da documentazione equipollente, è coerente con la natura del servizio prestato;

b) da università e da istituti di ricerca e trasferimento tecnologico;

c) da enti pubblici, dal Centro di assistenza tecnica alle imprese del terziario di cui all’articolo 84 bis della legge regionale 5 dicembre 2005, n. 29, dai centri di assistenza tecnica alle imprese commerciali di cui all’articolo 85 della legge regionale 29/2005 e dal Centro di assistenza tecnica alle imprese artigiane di cui all’articolo 72 della legge regionale 22 aprile 2002, n. 12.

Le persone impiegate dai fornitori nell’ambito della prestazione del servizio di temporary management devono avere maturato esperienza nella prestazione di tale servizio o di servizio analogo pari ad almeno trentasei mesi, anche non continuativi. È ammesso il ricorso a personale con esperienza inferiore a trentasei mesi purché svolga attività fino ad un massimo del 50% delle giornate di lavoro complessive previste per la prestazione del servizio di temporary management.

Le prestazioni del personale manageriale altamente qualificato che viene assunto sono rese in forza di un contratto di lavoro subordinato con qualifica di dirigente o di quadro intermedio. L’esperienza maturata dal personale manageriale nello svolgimento del tipo di prestazione oggetto dell’iniziativa o di prestazione analoga è pari ad almeno trentasei mesi, anche non continuativi.

Sono altresì ammissibili le spese connesse all’attività di certificazione di cui all’articolo 41 bis della legge regionale 7/2000, nell’importo massimo di 1.000,00 euro.

AGEVOLAZIONE

Forma tecnica e Intensità

Contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili. La spesa minima è pari a € 5.000, il contributo massimo è pari a € 40.000,00 per le spese per l’acquisizione di servizi di temporary management e a € 60.000,00 per le spese per l’assunzione per il primo periodo di attività, nel limite massimo di ventiquattro mesi, di personale manageriale altamente qualificato.

Durata

La durata è stabilita nel provvedimento di concessione. In nessun caso i progetti possono superare i 26 mesi (termine ultimo per la rendicontazione).

OPERATIVITÀ

Scadenze

A partire dalle ore 10.00 del giorno 25 ottobre 2021 e sino alle ore 16.00 del giorno 20 aprile 2022.

Durata stimata dell’istruttoria

Entro 90 giorni dalla presentazione della domanda.

Criteri di selezione / elementi premianti

Le domande presentate sono istruite secondo l’ordine cronologico di presentazione e devono raggiungere un punteggio minimo pari a 18 punti.

COSA FACCIAMO PER IL CLIENTE

  • Verifica dei requisiti di ammissibilità
  • Identificazione della cumulabilità delle medesime spese con altri strumenti di agevolazione pubblica
  • Eventuale scouting di soggetti funzionali agli obiettivi progettuali (Temporary manager)
  • Progettazione e presentazione della domanda di agevolazione pubblica
  • Rendicontazione delle attività effettivamente svolte

PER MAGGIORI INFORMAZIONI





Ho letto ed accetto la privacy

Ho letto ed accetto la privacy

Stampa