FRIULI – AIUTI AGLI INVESTIMENTI TECNOLOGICI DELLE PMI

FRIULI – AIUTI AGLI INVESTIMENTI TECNOLOGICI DELLE PMI

BENEFICIARI

Tipologia

Microimprese, le piccole e medie imprese

Che rispettino gli ulteriori requisiti previsti dal bando

Ubicazione geografica

Friuli Venezia Giulia

PROGETTI AMMISSIBILI

Progetti ammissibili

Possono essere ammessi i progetti di investimento che, utilizzando i mutamenti della tecnologia al fine dell’aumento della competitività della PMI da realizzarsi attraverso l’introduzione di innovazioni aziendali, si sostanziano:
a) nella creazione di un nuovo stabilimento o
b) nell’ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente o
c) nella diversificazione della produzione di uno stabilimento per ottenere beni o servizi mai realizzati precedentemente o
d) in un cambiamento fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente.

Non sono finanziabili investimenti di mera sostituzione.

I progetti di investimento devono essere realizzati nel territorio regionale, nella sede legale o in un’unità operativa della PMI.

Spese ammissibili

Ai fini della realizzazione dei progetti di investimento di cui all’articolo 5, sono ammissibili le spese concernenti l’acquisto e l’installazione di:
a) macchinari, impianti, strumenti, attrezzature e sensoristica;
b) hardware e beni immateriali quali software e licenze d’uso, funzionali all’utilizzo dei beni di cui alla lettera a);
c) servizi specialistici e di consulenza tecnologica e informatica per la pianificazione dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale connessi ai progetti di investimento, nel limite del 30% della spesa ammessa di cui alle lettere a) e b) e al comma 2, forniti da imprese iscritte al Registro delle imprese, da liberi professionisti e da lavoratori autonomi in possesso di adeguata qualificazione ed esperienza professionale nello specifico campo di intervento, documentata da curriculum o scheda di presentazione o altra documentazione equipollente.

AGEVOLAZIONE

Intensità

Le intensità di aiuto per la realizzazione del progetto di investimento in relazione alle spese di cui  a) e b) e comma 2, sono le seguenti:
a) nel caso in cui l’aiuto è concesso ai sensi dell’articolo 17 del regolamento (UE) n. 651/2014:
20 per cento della spesa ammissibile nel caso di microimprese e piccole imprese;
10 per cento della spesa ammissibile nel caso di medie imprese;
b) nel caso in cui l’aiuto è concesso ai sensi dell’articolo 14 del regolamento (UE) n. 651/2014:
30 per cento della spesa ammissibile nel caso di microimprese e piccole imprese;
20 per cento della spesa ammissibile nel caso di medie imprese;
c) nel caso in cui l’aiuto è concesso ai sensi del regolamento (UE) n. 1407/2013:
40 per cento della spesa ammissibile.

L’intensità di aiuto per la realizzazione del progetto di investimento in relazione alle spese di cui all’articolo 6 comma 1, lettera c), è pari al 50 per cento della spesa ammissibile.

Spesa minima amissibile:
a) 25.000 euro, nel caso in cui il richiedente è una microimpresa;
b) 37.500 euro, nel caso in cui il richiedente è una piccola impresa
b) 50.000 euro, nel caso in cui il richiedente è una media impresa.

Contributo massimo concedibile per domanda è pari a 500.000 euro.

Nel caso in cui l’aiuto è concesso ai sensi del regolamento (UE) n. 1407/2013, il limite massimo di contributo concedibile è pari a 200.000 euro.

OPERATIVITÀ

Scadenza agevolazione

La domanda di aiuto può essere presentata a partire  dalle ore 10.00 del giorno 1° febbraio 2018 fino alle ore 16.00 del giorno 23 aprile 2018

Criteri selezione

Procedimento valutativo a graduatoria. A parità di punteggio verrà data precedenza ai progetti con minore importo richiesto e, in caso di ulteriore parità, secondo l’ordine cronologico di presentazione e fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

Se interessato a ricevere ulteriori informazioni, richiedile a segreteria@isinetconsulting.it o contattaci direttamente allo 049.2020182

Maggiori informazioni


 

 

Stampa