FONDIMPRESA – AVVISO 3 2021

FONDIMPRESA FORMAZIONE: avviso 3/2021

BENEFICIARI

Tipologia

PMI aderenti a FONDIMPRESA , anche in forma associata, che non abbiano partecipato all’Avviso 2/2019.

Ubicazione geografica

Territorio Nazionale Italiano

PROGETTI AMMISSIBILI

Attività agevolabili

Il piano formativo può essere aziendale o interaziendale e può riguardare tutte le tematiche formative, comprese le attività formative organizzate per conformare le imprese alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione (nel limite del 20%), ad esclusione di ore di formazione che comportano lo svolgimento di attività produttive.

I piani devono prevedere  almeno 5 lavoratori coinvolti per un minimo di 12 ore di formazione pro capite in una o più azioni formative valide. In caso di piano interaziendale, ciascuna impresa aderente deve assicurare la partecipazione di almeno un lavoratore per un minimo di 12 ore di formazione, concorrendo insieme alle altre aziende partecipanti al raggiungimento del requisito minimo complessivo del Piano.

Il Piano Interaziendale può prevedere la partecipazione massima di 20 aziende. Nell’ambito del presente Avviso, ciascuna azienda aderente, in possesso di tutti i suddetti requisiti, può ricevere il contributo aggiuntivo di Fondimpresa per un solo Piano formativo, salvo che il Piano presentato in precedenza non sia stato annullato.

Spese ammissibili

La partecipazione ai Piani è riservata ai lavoratori dipendenti delle imprese aderenti per i quali esista l’obbligo del versamento del contributo integrativo di cui all’art. 25 della legge n. 845/1978 e s.m., compresi i lavoratori in cassa integrazione e gli apprendisti, per attività formative diverse dalla formazione obbligatoria prevista dal loro contratto.

E’ in ogni caso escluso l’utilizzo nel Piano dei voucher formativi, ossia la partecipazione dei lavoratori a corsi a catalogo, anche se realizzati presso l’azienda titolare del Piano, o comunque a corsi formazione svolti da enti esterni che prevedono il pagamento di una quota di iscrizione.

I costi ammissibili a finanziamento in relazione al Piano formativo vengono determinati, sia a preventivo che a consuntivo, applicando i seguenti costi reali sostenuti nell’ambito delle voci di spesa del piano rispettando i seguenti limiti:

A – Erogazione della formazione = almeno l’80% del totale delle voci A+C+D.

C – Attività preparatorie e di accompagnamento ed attività non formative = max 15% del totale delle voci A+C+D.

D – Gestione del Piano = max 5% del totale delle voci A+C+D.

Il finanziamento per ora di corso del Piano, calcolato dividendo il costo del Piano risultante dalla somma delle voci di spesa ammissibili a finanziamento (A+C+D) per la somma delle ore delle azioni formative valide del Piano non può superare l’importo massimo di euro 165,00. Gli eventuali costi eccedenti tale parametro sono posti a carico della/e azienda/e proponente/i.

I costi effettivi per la voce B – Costo del personale in formazione, possono essere imputati nel preventivo finanziario e nel rendiconto, esclusivamente a titolo di apporto privato, solo nel caso in cui l’azienda abbia optato per l’applicazione del Regolamento n. 651/2014. Non devono invece essere previsti e imputati dalle aziende che hanno optato per l’applicazione del regolamento “de minimis” n. 1407/2013.

AGEVOLAZIONE

Forma tecnica e Intensità

Il contributo aggiuntivo richiesto sulla base del preventivo di spesa del Piano, formulato sulla base dei costi ammissibili previsti, deve rispettare la seguente intensità massima per azienda beneficiaria, rapportata al maturando iniziale dell’anno in corso su tutte le matricole del proprio Conto Formazione (“Totale Maturando”):

Maturando iniziale anno in corso sul Conto Formazione (euro)* Massimale Contributo aggiuntivo Azienda * (euro)
fino a € 250,00 € 1.500,00
oltre € 250,00 fino a € 3.000,00 € 3.000,00
oltre € 3.000,00 e fino a € 10.000,00 100% del Maturando aziendale di inizio anno
oltre € 10.000,00 Domanda non ammissibile

* su tutte le matricole INPS aziendali

Il contributo aggiuntivo del Conto di Sistema a preventivo viene determinato, nel rispetto dei predetti limiti di intensità massima, dalla differenza tra il costo totale del Piano, al netto dell’apporto privato (costo Piano a carico azienda), e tutte le risorse accantonate alla data di presentazione del Piano sul Conto Formazione delle aziende per tutte le matricole INPS. Tali risorse, interamente imputate nel Piano, sono costituite dalla somma degli importi totali delle voci “Disponibile” e “Maturando Residuo” del conto aziendale, come calcolati dal sistema informatico di gestione del Conto Formazione.

Le predette condizioni si applicano a ciascuna azienda partecipante al Piano, ripartendo il costo totale del Piano (al netto della voce B – Costo del personale in formazione, se prevista) e il finanziamento (Conto Formazione e Contributo aggiuntivo) in esatta proporzione alle ore di frequenza dei lavoratori di ogni azienda nell’ambito di ciascuna azione formativa valida.

Il contributo aggiuntivo erogabile a consuntivo è determinato, entro e non oltre l’ammontare concesso da Fondimpresa in base al preventivo del Piano, dalla differenza tra l’importo complessivo del finanziamento Rendiconto finale approvato dal Fondo, al netto dell’apporto privato (costo Piano a carico azienda), e la totalità delle risorse finanziarie effettivamente disponibili sul Conto Formazione (al netto delle risorse impegnate su altri piani non ancora rendicontati), per tutte le matricole INPS dell’azienda beneficiaria.

Il finanziamento massimo ammissibile, risultante dalla somma del contributo aggiuntivo nei limiti dell’intensità massima prevista per azienda beneficiaria e la totalità delle risorse accantonate sul Conto Formazione, non può superare l’importo complessivo di 40.000 euro.

Durata

Le attività formative devono essere avviate entro e non oltre i 30 giorni successivi dalla data della e-mail di notifica di autorizzazione a dare corso alle attività del Piano, contenete la delibera di finanziamento ed il CUP. I piani possono avere durata massima di 180 giorni.

OPERATIVITÀ

Scadenze

I piani possono essere presentati a decorrere dal 1 marzo 2022 dalle 9:00 fino alle 13:00 del 20 maggio 2022.

Durata stimata dell’istruttoria

Il sistema informatico di Fondimpresa notifica alle aziende aderenti l’impossibilità di presentare la domanda quando l’importo del contributo aggiuntivo richiesto con i piani già presentati, al netto delle rinunce o delle riduzioni del finanziamento approvato, supera del 10% lo stanziamento complessivo, pari a 10 milioni.

Il contributo aggiuntivo del Conto di Sistema e la quota di risorse del Conto Formazione delle aziende vengono erogati a consuntivo, di norma entro 30 giorni dalla rendicontazione.

Criteri di selezione / elementi premianti

L’istruttoria viene effettuata secondo l’ordine cronologico di presentazione dei Piani in forma completa. Le imprese devono allegare alla domanda l’accordo sindacale di condivisione del Piano formativo tra le parti sociali stipulato, prima della data di presentazione del Piano, ad uno o più livelli, aziendale, territoriale, di categoria, nel rispetto del “Protocollo d’Intesa”.

Le imprese aderenti devono verificare la presenza di un saldo attivo (importo disponibile maggiore di zero) sul proprio Conto Formazione presso Fondimpresa, risultante dalla somma degli importi effettivamente disponibili su tutte le matricole INPS per cui l’azienda ha aderito al Fondo, e di aver maturato sul proprio Conto Formazione, nel periodo di adesione a Fondimpresa, un accantonamento medio annuo, al lordo degli eventuali utilizzi per piani formativi, non superiore a euro 10.000,00.

Le imprese non devono aver presentato Piani a valere sull’avviso 2/2019 fatto salvo il caso in cui il Piano sia stato annullato o respinto e non devono essere beneficiarie di Piani finanziati sugli Avvisi del Conto di Sistema del Fondo.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI





Ho letto ed accetto la privacy

Stampa